Il mio motto

Ogni cosa ha il suo tempo.
Bisogna solo avere la pazienza e la forza di aspettare.

martedì 24 novembre 2015

libri gialli!!!

Ciao, questa volta mi sono data ai libri gialli.

 ho preso Camilla Lackberg La sirena che mi è piaciuto, ha scritto una serie di libri che bisognerebbe leggere dal primo che ha pubblicato ma in biblioteca prendo ciò che è disponibile!

Tom Clancy: scrive bene, il romanzo narra dell'Orion lanciato nello spazio ma a due secondi dalla partenza....... ve lo consiglio!

Infine Paula Hawkins e il suo La ragazza del treno: libro uscito questa estate, tanta pubblicità! Bellina come storia ma non mi è piaciuto come è stato scritto! Ero arrivata a pagina 105 e l'ho dovuto ricominciare perché ogni 5.-6 pagine c'è una persona nuova che si racconta!!!!

Trama presa da internet
La vita di Rachel non è di quelle che vorresti spiare. Vive sola, non ha amici, e ogni mattina prende lo stesso treno, che la porta dalla periferia di Londra al suo grigio lavoro in città. Quel viaggio sempre uguale è il momento preferito della sua giornata. Seduta accanto al finestrino, può osservare, non vista, le case e le strade che scorrono fuori e, quando il treno si ferma puntualmente a uno stop, può spiare una coppia, un uomo e una donna senza nome che ogni mattina fanno colazione in veranda. Un appuntamento cui Rachel, nella sua solitudine, si è affezionata. Li osserva, immagina le loro vite, ha perfino dato loro un nome: per lei, sono Jess e Jason, la coppia perfetta dalla vita perfetta. Non come la sua. Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. E da quel momento per lei cambia tutto. La rassicurante invenzione di Jess e Jason si sgretola, e la sua stessa vita diventerà inestricabilmente legata a quella della coppia. Ma che cos'ha visto davvero Rachel?

Buona lettura.

2 commenti:

  1. In effetti, per la Lackberg il primo libro è la principessa di ghiaccio (te lo consiglio vivamente). Gli alltri sono tutti molto belli. Buona lettura! Daniela D,

    RispondiElimina
  2. Come autrice non è male, anche se arrivi a metà libro e inizi a pensare a chi potrebbe essere l'assassino....

    RispondiElimina