Il mio motto

Ogni cosa ha il suo tempo.
Bisogna solo avere la pazienza e la forza di aspettare.

venerdì 25 settembre 2015

Manualmente 2015: qualche foto

Ciao, ieri si è aperta la dodicesima edizione torinese della fiera Manualmente dedicata agli hobby creativi e io non potevo mancare! Come al solito ci vado il primo giorno di apertura per non trovare la confusione di abili vecchiette che in quei giorni tornano giovani senza un dolore o un acciacco( alcune sono però da prendere a pedate nel di dietro perché in mezzo a tutto come il prezzemolo!).

Per la prima volta ho fatto solo un paio di giri, di solito ne faccio tre, quattro o cinque solo negli stands che mi interessano!

La mia impressione positiva perde punti ogni anno: iniziamo dal fondo con l'enorme stand di teglie al silicone e oggettini vari della Pavoni idea. Niente di particolare, oggetti che trovi nei negozi di casalinghi!
 
Borsetta porta bustina da the e micio per il the sfuso da attaccare alla tazza.

Due stands di lane e cotoni per uncinetto e ferri.

Due o tre di riviste varie, dalla cucina, alle bomboniere, all'uncinetto e al cucito.

Quattro gli espositori di macchine da cucire, sempre care come l'oro. Ho chiesto informazioni su una che ricama a punto croce per curiosità: il davanti può ancora andare ma il dietro è un intreccio di fili che fa concorrenza agli amori del Grande Fratello(intreccio di corna, di critiche, di schifezze davanti alle telecamere...rendo l'idea del retro??).

Poco interessante l'ampio (?) spazio de Il filo di Arianna: di solito qualche cosina la compravo ma quest'anno era scarso, soliti gomitoli di lana e feltro, poco di ricamo.

Diversi i banchi di bigiotteria che non ho neanche guardato.

Passiamo alle stoffe per il cucito: 3-4 espositori, stoffine leggermente aumentate, così come i bottoni decorativi che da €3,50 sono passati a 10 centesimi in più.

Conviene sempre acquistarli su Casacenina (logo grigio a destra del mio blog).

Poco del mio adorato punto croce, nessuna novità particolare.
Ho visto con piacere Sara Guermani ospite dell'Associazione del punto croce.

 
Da sinistra io, Sara e Patrizia
Stand di Sara
 
Bellissimo questo quartetto di quadri. Il mio preferito è TOYS.

Questo il bello spazio delle sorelle Rovaris.



Qualche banco di decorazioni e feltro dove ho acquistato qualcosina per crearmi una tag.
Solito stand natalizio, bellino.
 
 
Appendini e oggettistica in legno

Decorazioni natalizie
 
Nastri, pizzi, raso,serpentine
 
Cuori e cerchi in legno da decorare
 
Ho notato la mancanza di Silvia e del suo Il telaio Povolaro: sono sempre così carini e sorridenti con le clienti e il loto tocco magico mancava!

Mi ha fatto piacere girare con la mia amica Patrizia, rivedere un paio di amiche che da tempo non vedevo, insomma, fiera deludente ma almeno ho riabbracciato una paio di amiche!!!
Patrizia ed io

Vi è piaciuto il piccolo reportage? E' sempre più difficile rubare qualche scatto agli oggetti esposti!

26 commenti:

  1. grazie del resoconto, ma come mai c'è sempre meno ricamo in queste fiere, ultimamente anch'io esco delusa, e i prezzi poi! Non dovrebbero essere scontati? Mah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono sempre meno oggetti dei nostri hobby, già lo scorso anno c'era uno stand di caramelle!! I prezzi? Ne approfittano ovunque anche per ammortizzare i costi di 4 giorni di fiera!

      Elimina
  2. ormai le fiere non sono più interessanti come una volta, spesso non vale neanche più la pena di passare a dare un'occhiata..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un tempo si aspettava la fiera come se fosse Natale, sempre piena di novità, di colori....ora si va solo per spendere soldi per il biglietto e tornare a casa deluse.

      Elimina
  3. Sono andata spesso alla fiera della creatività' a Vicenza. Bella, non c'e' che dire, ma negli ultimi anni è diventata noiosa: le stesse cose e meno oggetti per gli hobby e cose pronte. Vedo che è una tendenza geniale. Delude molto, sopratutto perché le fiere si aspettano tanto come se fosse Natale e, a parte la fortuna di andarci con amiche e di incontrare altre bloggers, spesso si torna un po' delusi.
    Baci, Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che noi creative aspettiamo le fiere solo per incontrare le amiche lontane!!! Quello rende la fiera gioiosa!!!!

      Elimina
  4. Almeno si rivedono le amiche, peccato che ogni anno peró perda sempre qualche pezzettino...:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, peccato anche che te non ci fossi. Avremmo girato insieme tra i pochi stand ma facendo tante chiacchiere.

      Elimina
  5. .....il potersi riabbracciare ha reso decisamente super la delusione della fiera anche se devo dire che qualche piccola cosina ho acquistato ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, comunque sia la fiera, si esce sempre con qualche acquisto.

      Elimina
  6. Di solito ho il rammarico di non poter partecipare a questi eventi, ma da quanto scrivi mi consolo... non mi sono persa granché1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono altre fiere che meritano come Vicenza e Bergamo. Quella di Torino perde pezzettini ogni anno!

      Elimina
  7. Ecco!!! Leggo il tuo post e mi pare di vedere le fiere che frequentò io, Vicenza e Bologna. Persino la disposizione degli stand sembra la stessa. Ultimamente rimango anche io sempre delusa, ma mi piace avere intorno tante persone con i miei stessi interessi, finalmente qualcuno con cui sentirsi in sintonia. Poi, come ovunque, ci solo le "scontrose" ma mi affascina vedere tutte queste donne insieme.
    Un sorriso
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni anno dico che sarà l'ultima volta che vedrò la fiera, ma è bello toccare con mano tessuti e accessori che poi puntualmente acquisti on line a molto meno!

      Elimina
  8. grazie per le foto, a me sembra tutto perfetto peche qui da me non ci sono questi eventi, quindi che bello!
    bacioni simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, di solito facevo tante foto per rendere partecipi anche le amiche lontane ma ogni anno gli espositori sono sempre più agguerriti e arrabbiati se fai qualche scatto!

      Elimina
  9. Come sono diverse le tue impressioni dalle mie!
    Sicuramente è perché, per me, è stata la mia prima fiera e non ho potuto fare confronti.
    Assolutamente d'accordo con te sul fatto che incontrarsi con le amiche virtuali è una parte molto eccitante!
    un Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, forse ogni anno mi aspetto qualche novità particolare, meno bigiotteria, meno cake design e più sul ricamo e sul cucito creativo e invece sono sempre le stesse cosine!!

      Elimina
  10. Beh almeno hai fatto due chiacchiere! È adesso sai anche che meglio non andarci più con troppe aspettative.
    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da anni vado a questa fiera perché è nella mia città, la raggiungo con il pullman per non avere problemi di parcheggio. Il costo è ancora abbordabile(€6 presentando la tessera ikea), ma fare acquisti è davvero diventato caro! Anziché avere dei prezzi popolari, sono più cari!

      Elimina
  11. Noooo.... Barbara... anche io ero a Manualmente venerdì!!
    Peccato, mi sarebbe piaciuto conoscerti di persona!!

    Condivido le tue idee sulla fiera, per me è l'occasione per fare qualche corso sulla decorazione del legno in particolare, ma i costi dei prodotti sono spesso troppo alti.

    un abbraccio
    Daisy Garden

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra, in fiera ci sono stata di giovedì in modo da non "rubare" tempo alla famiglia e agli impegni vari.
      Non mi ha entusiasmata molto questa edizione, forse il ricamo sta passando di moda????

      Elimina
  12. Mi piace molto um bell'accostamento fra stoffa e ricamo...ci vedreii anche la finestra rifinita allo stesso modo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si siiii ci sto pensando a decorare anche la tenda della finestra!

      Elimina
  13. C'ero anch'io, peccato che di ricamo non c'era granchè :)

    RispondiElimina