Il mio motto

Ogni cosa ha il suo tempo.
Bisogna solo avere la pazienza e la forza di aspettare.

martedì 11 luglio 2017

cosa regaliamo a Mia?

Una bimba che viene al mondo e il modo migliore per farle tanti auguri è di ricamarle un lenzuolino dove potrà fare tanta nanna nei primi mesi di vita.
 
Una culla rosa e il nome in centro. Ai lati nessun ricamo, la cliente me lo ha chiesto così ma io lo avrei riempito con qualche disegnino.
Preferisco ricami un pochino più ricchi ma le clienti vanno accontentate. In questo modo però ricamo a fatico qualcosa che non mi soddisfa!!!!

Buona giornata.

venerdì 7 luglio 2017

libri con suspance!

In ritardo pubblico l'elenco di libri che ho letto ultimamente.
La scrittrice Lucinda Riley è una garanzia: scrive bellissimi romanzi rosa ma non banali, ricchi di vita e anche drammaticità.
Ha iniziato a scrivere la storia di 7 sorelle, ogni libro è dedicato alla vita di una sorella, si inizia con "Le sette sorelle" e "Ally nella tempesta". Per il terzo libro dovremmo aspettare gennaio 2018.
Anche gli altri libri sono favolosi, ne ho scritto in passato ma ve li segnalo lo stesso:
 Il giardino degli incontri segreti (2012), La luce alla finestra (2013), Il segreto della bambina sulla scogliera (2013), Il profumo della rosa di mezzanotte (2014), L’angelo di Marchmont Hall (2015), Il segreto di Helena (2016).
 

Io trovo questi racconti affascinanti, mi sembra di essere in quel castello con la protagonista, di sentire il profumo di fiori....vi capita anche a voi di immedesimarvi in ciò che state leggendo?

Ho scoperto una giallista e continuo a leggere i suoi libri, M.C. Beaton. La protagonista è una Miss Marple sulla cinquantina, un tantino antipatica che puntualmente si ritrova immischiata in un caso di omicidio e curiosa per trovare indizi.

Altra giallista, ma questa volta tutta italiana, è Elda Lanza.
Non male i suoi libri, ambientati in Italia, dove fino all'ultimo non si sa chi abbia commesso l'assassino e le motivazioni.
 
 
 

Che dire anche di Gimenez, giallista spagnola? La Delicato con il suo vice sempre accanto ad aiutarla a risolvere casi particolari, con l'aiuto del cervello e non dei computer. Questi libri mi piacciono moltissimo proprio perché usano la testa per analizzare gli omicidi e non i mezzi tecnologici. Mi pare di rivivere un pochino le avventure di Jessica Fletcher e di Agatha Christie.
Anche per questa scrittrice, bisogna seguire i suoi libro dal primo che ha scritto.
 

 
Non si nota che mi piacciono i gialli vero???