Il mio motto

Ogni cosa ha il suo tempo.
Bisogna solo avere la pazienza e la forza di aspettare.

mercoledì 11 novembre 2015

ho chiuso con Anne Tyler!

Ciao, non è l'ultimo libro di questa scrittrice, Anne Tyler. Un paio di mesi fa avevo scritto che non avrei preso più altri libri suoi e invece ci sono ricascata perché volevo darle un'altra possibilità.

Niente da fare, non mi piace per nulla come scrive e le sue storie, i titoli che non c'entrano nulla con la trama del romanzo!
Bocciato LA BUSSOLA DI NOE' di Anne Tyler.
Riassunto preso qui:
Liam ha sessant'anni ed è un ex insegnante da poco in pensione. Un giorno viene aggredito in casa da un ladro, che lo stordisce con un colpo alla testa. Al risveglio in ospedale, Liam non ricorda nulla dell'incidente: per fortuna invece la sua memoria a breve e lungo termine è intatta. Ma a Liam quel pezzettino di passato mancante dà molto fastidio, e quando interpella un neurologo per risolvere la situazione, nella sala d'aspetto nota un anziano signore accompagnato da un'assistente che lo aiuta a ricordare, una sorta di "memoria esterna"... Liam si convince che è quello che fa per lui e si mette immediatamente a cercare notizie sull'uomo - che scopre essere un palazzinaro miliardario - e sulla sua accompagnatrice, Eunice, che nella sua semplicità, colpisce al cuore Liam. In breve la sua diventa una vera passione per la ragazza, che accetta volentieri la sua compagnia e sembra ricambiare i suoi sentimenti. Ma tra loro si mettono continuamente di mezzo l'ex moglie e le figlie di Liam, che gli piombano in casa sempre senza preavviso e nei momenti meno opportuni...

Stessa sorte è toccata ai due libri di Simonetta Agnello: Via XX settembre e Il veleno dell'oleandro. Storie siciliane che non mi hanno fatto arrivare a leggere neanche un terzo del libro.

Il veleno dell'oleandro:
Pedrara. La Sicilia dei Monti Iblei. Una villa perduta sotto alte pareti di roccia tra l'occhieggiare di antiche tombe e il vorticare di corsi d'acqua carezzati dall'opulenza degli oleandri. È qui che la famiglia Carpinteri si raduna intorno al capezzale di zia Anna, scivolata in una svagata ma presaga demenza senile. Esistono davvero le pietre di cui la donna vaneggia nel suo letto? Dove sono nascoste? Ma soprattutto, qual è il nodo che lega la zia al bellissimo Bede, vero custode della proprietà e ambiguo factotum? Come acqua nel morbido calcare i Carpinteri scavano nel passato, cercano negli armadi, rivelano segreti - vogliono, all'unisono, verità mai dette e ricchezze mai avute. Tra le ombre del giorno e i chiarori della notte, emergono influenze di notabili locali, traffici con i poteri occulti, e soprattutto passioni ingovernabili. Le voci di Mara, nipote prediletta di Anna, e di Bede ci guidano dentro questo sinuoso labirinto di relazioni, rimozioni, memorie, fino a scavalcare il confine della stessa morte. Simonetta Agnello Hornby mette a fuoco un micromondo che pare allargarsi, con un brivido, a rappresentare i guasti, le ambizioni e le ansie di liberazione dell'universo famigliare, tutto intero.

Ottimo da far leggere al marito 90 giorni di tentazione così sta bravo per un paio di settimane!
Genevieve Loften lavora per un'agenzia pubblicitaria a Londra. È una donna sicura di sé, intraprendente, di successo. 90 giorni di tentazione non sono affatto quello che aveva in mente per accaparrarsi un nuovo cliente. Ma l'arrogante e affascinante James Sinclair non le lascia scelta: firmerà il contratto solo a patto che lei accetti di esaudire ogni suo desiderio. È così che Genevieve viene introdotta in un mondo fino a quel momento sconosciuto, dove c'è chi comanda e chi è dominato: scoprirà sensazioni ed emozioni mai provate prima e diventerà la protagonista di conturbanti giochi erotici. Quella che era iniziata come una semplice trattativa d'affari si trasforma in un incastro di fantasie sempre più intense, che finiranno per stravolgere l'esistenza di Genevieve. Sedotta e soggiogata da James, riuscirà a trovare un equilibrio tra la sua carriera e l'universo di piaceri proibiti che quell'uomo irresistibile le offre?
Bello Oro blu di Clive Cussler, sempre coinvolgente con i suoi romanzi tanto da sembrare un personaggio del libro!

Ho letto a mio figlio Tredici miliardi di anni di Piero Angela, dove una serie infinita di domande e risposte raccontano dalla nascita della Terra ai primi uomini.
Peccato che nessun cronista e nessun cameraman abbia potuto assistere in diretta all'evoluzione dell'Universo e della vita sulla Terra. Sarebbe stato il più grande reportage della storia. Ma oggi qualcosa del genere si può fare: tutte le conoscenze e le immagini che gli scienziati hanno accumulato possono essere rimontate insieme per diventare un grandioso film, un racconto straordinario del nostro passato. È proprio quello che cercherà di fare questo libro: osservare le concatenazioni degli eventi che hanno portato la nube di gas iniziale a trasformarsi in stelle, pianeti e poi in esseri viventi, e infine in esseri viventi intelligenti. Sarà un po' come seguire il racconto di un cronista che, dialogando con un immaginario interlocutore curioso, ripercorrerà questa fantastica storia, soffermandosi soprattutto sui passaggi cruciali, sui momenti di svolta che hanno modellato pian piano l'Universo e che hanno scandito il percorso della vita sulla Terra. Questo percorso, avvincente come una grande saga, sarà l'occasione per approfondire molte delle conoscenze scientifiche attualmente a nostra disposizione sugli argomenti più diversi: l'astronomia (il Big Bang, i buchi neri, la formazione dei pianeti e delle stelle, il destino dell'Universo...), la biologia (la cellula, il DNA, la teoria dell'evoluzione...), la storia della vita sulla Terra (i primi organismi viventi, i dinosauri, le estinzioni di massa...), lo sviluppo dell'uomo (dagli ominidi preistorici all' Homo sapiens)

Avrei preferito ci fossero meno domande e una sorta di racconto suddiviso in 4-5 capitoli.

Altro giro, altri libri!!!

4 commenti:

  1. grazie per le tue recensioni, sono utilissime

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Irene, ho iniziato un po' per gioco a scrivere qualche recensione dei libri presi in prestito in biblioteca ma devo dire che mi piace a volte rileggerle!

      Elimina