Il mio motto

Ogni cosa ha il suo tempo.
Bisogna solo avere la pazienza e la forza di aspettare.

lunedì 30 marzo 2015

secondo giro in biblioteca

Ciao, che bello sentirsi liberi di girare tra gli scafali di una biblioteca, passare la mano sui tanti romanzi e scegliere quelli che si è sentito parlare in giro o letto le recensioni sulle riviste.

In questo secondo appuntamento in biblioteca ho preso questi libri:

Il primo libro, LEZIONIDI VOLO PER PRINCIPIANTI di Beth Hoffman. Cecilia detta Cee Cee, una bimba di 12 anni  si occupa della mamma(mentre il padre è sempre fuori per affari...sai che affari!) affetta da pazzia: gira vestita in modo stravagante e la bimba evita i suoi coetanei per non essere presa in giro.
I libri sono i suoi amici, la sua vicina ottantenne le fa conoscere questa passione.
Alla morte della mamma, la bimba viene affidata ad una prozia che insieme ad un paio di amiche, l'aiuteranno a capire la vita e a spiccare il volo.

CORSAIR di Clive Cussler non ha bisogno di recensione, mi piace l'autore come narra questi fantomatici salvataggi del mondo, queste scoperte di relitti e tutte le storie che raccontano.

IL VINCITORE E' SOLO di Paulo Coehlo: non mi è piaciuto.

Ho invece adorato PHILOMENA di Martin Sixsmith, un libro travolgente che racconta una storia vera. Mai credere a tutto ciò che ci viene raccontato ma cercare da soli la verità.
Non vi dico nient'altro, vi invito a leggerlo.

Vi lascio con questa bellissima frase che ho tratto dal libro Philomena, pag. 157.

"Sai qual è il tuo problema? Non permetti a nessuno di avvicinarti. Sei come un libro chiuso e non vuoi che qualcuno vi guardi dentro, neanche io. Perché? Per quale motivo non vuoi che le persone ti conoscano? Che ti amino?"

Buona lettura.

4 commenti:

  1. grazie x le dritte!!!!
    un carissimo abbraccio,
    A, Ct

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao A,
      ho riscoperto un bellissimo mondo riprendendo l'abitudine di andare in biblioteca,

      Elimina
  2. Tutti bellissimi anche se Philomena è molto particolare e emozionante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, è particolare, reale, scritto in un linguaggio semplice e senza giri di parole.

      Elimina